Episodio 12: Sblocca la sorgente dell’Amore

Condividi su

Esiste un esercizio semplice e pratico per sbloccare completamente la sorgente dell’Amore verso te stesso e verso gli altri indistintamente.

L’Amore significa accogliere le tue Emozioni, sentirle in profondità, riconoscerle per ciò che sono veramente, sviluppare intelligenza emotiva e prendere a cuore la Felicità degli altri.

Questo ti aiuta ad accettarti per come sei, riconoscere la tua vulnerabilità, accrescere la motivazione, coltivare relazioni profonde e vivere con il cuore aperto.

Questa è la quarta settimana del Programma di 10 Settimane: il corso gratuito di Realizzazione personale e spirituale che stiamo seguendo insieme in questi 10 episodi.

L’importanza dell’Amore

In questo episodio scopriremo un esercizio semplice e pratico per sbloccare completamente la sorgente dell’Amore verso te stesso e verso gli altri indistintamente.

Il problema è che nella vita di tutti i giorni è facile farti assorbire dai problemi e ritrovarti chiuso in te stesso, stressato dagli impegni, deluso dalle aspettative e dipendente dal giudizio esterno.

Questo ti impedisce di fluire spontaneo e relazionarti appieno con gli altri. Ti porta ad avere paura di esprimerti, di amare, di soffrire e persino di essere felice.

Inoltre spesso l’Amore rimane un concetto rimane astratto e mancano strumenti pratici per lavorarci. Invece nelle tradizioni spirituali autentiche questa qualità è un risultato definibile in modo chiaro (non ambiguo) ed è una capacità che si può addestrare.

Ti ho parlato di questo, citando diverse ricerche scientifiche sull’argomento, nell’episodio 4 di questo programma settimanale, che ti consiglio di ascoltare se non lo hai già fatto.

I 3 falsi miti sull’Amore

L’Amore è il secondo passo del metodo delle 5 Qualità della Felicità: accogli le tue Emozioni, senza rifiutarle o giudicarle.

Per prima cosa è importante anche capire cosa non è l’Amore, perché ci sono 3 falsi miti onnipresenti su questa qualità:

  1. L’Amore è attaccamento: in molti pensano che questa qualità significa solo desiderare ardentemente la compagnia di qualcuno in modo romantico. Ma in realtà il vero Amore è prendere a cuore la Felicità degli altri.
  2. L’Amore è condizionato: in molti pensano che questa qualità sia qualcosa che bisogna meritarsi e che dipende dalle nostre azioni, sulla base delle aspettative degli altri. Ma in realtà il vero Amore è incondizionato, ovvero non dipende dalle circostanze esterne o dal comportamento degli altri, ma è un diritto di nascita di ogni essere vivente.
  3. L’Amore non si comanda: in molti pensano che questa qualità sia qualcosa di istintivo che non dipende da noi e che non possiamo controllare. In realtà il vero Amore è una qualità che possiamo coltivare e allenare come un muscolo, prendendo sempre più a cuore la Felicità di tutti.

L’Equanimità

Come si realizza il vero Amore?

La chiave fondamentale è l’Equanimità.

Solitamente siamo abituati a classificare qualunque cosa, persona o situazione in 3 categorie: positivo, negativo o indifferente.

Consideriamo positivo ciò che ci sembra piacevole, negativo ciò che ci sembra sgradevole e indifferente ciò che ci sembra estraneo.

Questa classificazione è così automatica e istintiva che non ne siamo neanche consapevoli, così pensiamo che tutto sia realmente dalla propria parte positivo, negativo o indifferente.

Eppure basterebbe riflettere un istante per capire l’illusorietà di queste etichette: se un oggetto, persona o situazione fosse intrinsecamente positiva, allora piacerebbe tutti. Allo stesso modo se un oggetto, persona o situazione fosse intrinsecamente negativo, allora non piacerebbe a nessuno.

Invece ognuno di noi ha i propri gusti, così non facciamo altro che rincorrere ciò che giudichiamo positivo e scappare da ciò che giudichiamo negativo, aggrappandoci alle nostre percezioni come se corrispondessero alla realtà.

In questo modo la nostra esperienza è priva di reale libertà e la nostra Felicità è costantemente condizionata da cose, persone e situazioni esterne.

La soluzione è l’Equanimità: prendere a cuore allo stesso modo ogni cosa, persona e situazione.

Questo non significa essere distaccati e indifferenti verso tutto ciò che ci circonda (altrimenti sarebbe più una nevrosi che una qualità), e non significa neanche cercare di vedere sempre tutto positivo.

L’Equanimità significa semplicemente prendere a cuore la Felicità di tutti indistintamente, accogliendo ogni esperienza in modo aperto e consapevole, senza più reagire in modo automatico e infantile alle circostanze.

I 3 passi dell’Equanimità

Il metodo migliore per accrescere l’Equanimità è la Meditazione dell’Amore: una meditazione guidata che dura meno di 15 minuti e che puoi fare in piedi, seduto o disteso. Se non conosci questo metodo, ti consiglio di scoprirlo nell’episodio 4.

Al di là della meditazione, esiste un esercizio semplice e pratico con cui puoi coltivare questa qualità in ogni momento della tua giornata.

Puoi metterlo in pratica in pochi minuti ogni qual volta incontri una cosa, persona o situazione particolarmente piacevole o sgradevole.

Consiste in 3 passi:

  1. Riflessione: per prima cosa se sei in una circostanza sgradevole chiediti “Quali cose, persone o situazioni in passato non mi piacevano e oggi invece mi piacciono?”, oppure se sei in una circostanza piacevole chiediti “Quali cose, persone o situazioni in passato mi piacevano e oggi non mi piacciono più?”
  2. Immaginazione: visualizza di fronte a te una seconda cosa, persona o situazione che giudichi in modo opposto a quella che hai incontrato (quindi una delle due per te è positiva e l’altra per te è negativa). Poi allenati ad eguagliare il tuo atteggiamento e il tuo sentimento nei confronti delle due, andando al di là del giudizio.
  3. Contemplazione: porta l’attenzione sulle tue sensazioni e accogli tutte le Emozioni che sperimenti, senza rifiutarle o giudicarle. Poi prendi a cuore allo stesso modo entrambe le cose, persone o situazioni che hai eguagliato, augurando che tutti gli esseri viventi possano realizzare la piena Felicità.

Metti in pratica questi 3 passi in qualsiasi momento come in un gioco, senza prenderti troppo sul serio o pretendere da te chissà quale risultato.

Puoi utilizzare gli aspetti di te che non riesci ad accettare, le emozioni che non vorresti provare, le persone che ti fanno arrabbiare, le situazioni difficili che cerchi di evitare, ecc…

Non c’è un modo giusto o sbagliato di fare questo esercizio, quindi puoi sperimentare liberamente per trovare il modo più adatto per te.

Può sembrare un esercizio semplice, ma un poco alla volta vedrai che inizierà a sorgere dentro di te l’esperienza dell’Equanimità, accompagnata da un Amore vero e incondizionato che non hai mai sperimentato prima.

Consigli e Istruzioni

In questa quarta settimana del Programma di 10 Settimane, pratica quotidianamente la Meditazione dell’Amore (sono meno di 15 minuti) e sperimenta liberamente nelle giornate i 3 passi dell’Equanimità di cui ti ho parlato.

Nel prossimo episodio inizieremo le 2 settimane sulla Volontà e scoprirai la Felicità Professionale: uno stato di profonda soddisfazione che puoi trovare nelle passioni, nel lavoro e nella prosperità.

Ricorda che su https://www.primordialfreedom.it puoi accedere gratuitamente in ordine a tutti gli episodi e scaricare le risorse bonus, se sei già registrato ricevi ogni settimana una mail con il link diretto alla pagina degli episodi.

Nel corso di questa settimana fammi sapere cosa ne pensi di questo episodio, quali benefici senti o quali difficoltà riscontri. Puoi farlo commentando questo episodio o scrivendo nel nostro gruppo Facebook “Primordial Freedom – Le 5 Qualità della Felicità”, sarò molto felice di leggere la tua condivisione e rispondere alle tue domande!

Ci vediamo al prossimo episodio e sii felice!




Le 5 qualità della felicità

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *